About me

Da quando ho memoria, la grafica è il mio pane quotidiano, è il mio lavoro e il mio hobby, la passione che mi tiene viva. Uso il potere della creatività in ogni lato delle mie giornate, dalla risoluzione dei problemi, alla definizione di obiettivi.
Inizio i miei studi con la grafica tradizionale e cartacea per poi specializzarmi nel design virtuale, internet. Dopo il diploma tecnico nel 2002, infatti, passo da un corso professionalizzante in grafica web direttamente al mondo del lavoro, prima come dipendente e poi come freelance, mondo che non ho più lasciato, nonostante abbia iniziato l’università 3 anni dopo e mi sia laureata nel 2009 ottenendo il titolo di Dottore in Graphic&Virtual Design.

Seguo lavori di grafica a 360° che vanno dal design e aggiornamento di siti internet, alla promozione coordinata, alla realizzazione di ogni tipo di supporto grafico: locandine, flyer, poster, etc..
Unire la musica, mia linfa vitale, con la grafica è  la più grande soddisfazione che potessi ottenere.

Prediligo lo stile pulito e semplice, il minimal e il concettuale, ma durante il corso dei miei studi e grazie alle diverse esperienze di workshop, lavori in team, stage e concorsi a cui ho partecipato ho “elasticizzato” la mia mente in modo da potersi adattare al meglio ad ogni progetto e rispecchiare al meglio ogni concept e tipo di target.
Lavoro principalmente con la Adobe Suite CS5 Design Premium e i linguaggi HTML, CSS (validazioni W3C) sto studiando, da autodidatta, i Content Management System.

Iperattiva, eclettica, puntigliosa e precisa (mi suggeriscono “rompiballe”), sensibile ed emotiva, ma anche ironica, orgogliosa e a volte permalosa, non mi piace l’omologazione e lotto quotidianamente per non diventare parte della massa lobotomizzata, anche se mi commuovo ai matrimoni e mi rilasso solo davanti ai miei telefilm preferiti.
Sono assolutamente computeraholic, ma cerco di guarirne! Ultimamente, ho scoperto un insospettabile amore per la cucina, a cui dedico parte della mia energia creativa. Do importanza vitale ai miei amici, che solitamente tengo su un vassoio d’argento… fino al momento in cui “pisciano fuori dal vaso”, e sono automaticamente eliminati dalla mia vita. L’esperienza mi ha insegnato a chiudere le porte stagne quando è necessario.
Mi piacciono le sfide e se prendo parte a un progetto, lo faccio con passione, raramente abbandono.
Odio le “vittime”, gli opportunisti e gli ipocriti, putroppo ne è pieno il mondo, ma ho imparato a riconoscerli…. no, non è vero. Sono essenzialmente una buona. Trasparente, ma delicata nei modi.

Adoro la gente che ha dei progetti, è il primo passo per realizzarli.

Rispondi