Blog #15 – I Love Toret

Torinesi e non… quante volte dalla nostra infanzia fino ad oggi abbiamo utilizzato e apprezzato quelle fantastiche fontanelle verde scuro, che agli angoli delle strade ci lasciavano dissetare senza riserve per quanto tempo e sete avevamo?!
Ogni ricordo legato alla mia città ha un “toret” proprio lì, a due passi.. dopo una corsa, dopo essersi sbucciati un ginocchio, dopo un pomeriggio all’aria aperta, dopo lo shopping o anche solo per rinfrescarsi d’estate o per lavare il vetro della macchina.. lui era lì con il suo perpetuo ruscello trasparente!
Stamattina, sfogliando le pagine di TorinoSette, sono capitata sull’articolo di una (sicuramente più famosa di me) collega webmistress, che mi ha illuminato su questo bel progettino in tono verde scuro: I Love Toret.

I Love Toret è un progetto nato per tutelare i toret, le fontanelle verdi disseminate per Torino, e si propone come realtà che possa valorizzare e costruire una coscienza comune che porti al rispetto e alla preservazione di un’icona della città.
Se pensi che senza di loro la città non possa essere la stessa, allora puoi aiutarci. In che modo?
Adottando gratuitamente e simbolicamente una delle oltre 800 fontane che trovi sulla mappa del sito, e inviando una foto, un disegno, un video o solo una parola.

Scopro anche dal sito che le suddette fontanelle con la testa di toro, caratteristica della città Torino, il cui simbolo è, appunto, un toro, sono presenti nelle strade torinesi già dagli anni ’30, dapprima in pietra, e poi in ghisa con il caratteristico colore verde.
L’acqua che alimenta i toret proviene attualmente dall’acquedotto civico, ma in passato le fontanelle erano alimentate direttamente dall’acquedotto di Pian della Mussa.
Il sito è poi arricchito da storie, foto e commenti ed è un po’ come rituffarsi nel passato, la mano sulla superficie di metallo riscaldata dal sole, chini sul getto d’acqua che ti lavava la faccia.. E chi può dimenticare le gavettonate estive? Che tornavamo a casa fradici e ci beccavamo subito 2 schiaffi dalle mamme e poi dopo il panino al prosciutto?!

E allora sono volata sul sito (molto ben fatto tra l’altro!) e ho trovato il “mio toret” quello al quale sono più legata, dei giardinetti di corso Tassoni, chiamati più affettuosamente “piazza droga” (beh… il motivo del nome è inutile che lo spieghi, ma vi assicuro che ci siamo cresciuti tutti senza incappare in aggressioni o rapine!). L’ho trovato, mi sono registrata (registrazione velocissima e gratuita) e l’ho adottato!
Mi sono stupita di quanti sono sparsi per la città che non conoscevo e quante volte, quando sono fuori Torino, essi mi manchino incredibilmente!
Ora devo solo passare al Cortile del Maglio per ritirare (gratuitamente) il certificato, la spilla e l’adesivo da adottaToret!
Una bella iniziativa green (in tutti i sensi)!

E tu… cosa stai aspettando? Bùgiaaaaa neh!!

love,
aster

p.s. scartabellando tra le mie foto… ecco qua un ricordo divertente legato a un toret.. la festa degli alpini del maggio 2011! Il ragazzo qua sotto pochi secondi prima dello scatto era letteralmente abbracciato alla fontanella… unica fonte non alcolica della serata!! 😉

225125_10150243213113783_1229444_n

One thought on “Blog #15 – I Love Toret

Rispondi